02.08.1959

Mina dalla ragioneria ai ritmi urlati

di E.D. - Bolero


Attualmente una canzone interpretata da Mina in un locale balneare vale la bellezza di 50.000 lire. Solo perché la giovanissima cantante si rifiuta di eseguirne più di sei per sera il suo "caché" non supera le 300.000 lire giornaliere. Senza contare, beninteso, le incisioni discografiche. Se abbiamo cominciato col citare queste cifre non è solo per rendere omaggio alla familiarità con i numeri della cantante, che era giunta sino al diploma di ragioniera, ma è soprattutto per riconoscere l'enorme strada percorsa da questa ragazza che, meno di un anno fa, non aveva ancora mai cantato in pubblico. Per Mina Mazzini (ma il cognome non fa parte del suo nome di battaglia) si può dunque parlare di marcia trionfale.
Vediamo un po' insieme le brevi tappe del suo rapido successo. Nata 18 anni fa a Busto Arsizio, a pochi chilometri da Milano, Mina risiede però a Cremona con la famiglia (padre, madre e un fratello di 15 anni). E' una bella ragazza, alta, slanciata, piena di temperamento. Meno di un anno fa, per l'esattezza la sera del 24 settembre, Mina cantava accompagnata da un'orchestrina di suoi compagni di studio - tutti aspiranti ragionieri - in una sala da ballo vicino a Cremona. Cantava come fa lei, a piena voce, con slancio. Il caso ha voluto che a un tavolino discosto sedessero due persone che di voci e di canzoni se ne intendono abbastanza: Natalino Otto e Flo Sandon's. Alla fine della serata i due cantanti l'avvicinarono e le proposero di sottoporsi ad un provino presso una grossa casa discografica milanese. Appena un mese dopo uscivano già i primi dischi incisi da Mina: <I>Non partir, Buondì, Ho scritto col fuoco, Proteggimi, Passion flower, Be-bop-a-lula e My true love.</I> Un inizio abbastanza travolgente, come vedete. Ma non basta. Il 1 dicembre scorso Mina partecipava alla "Sei giorni della canzone" a Milano, vincendo la propria eliminatoria con Proteggimi. Il pubblico, numerosissimo, dedicò un vero trionfo all'esordiente. Nella finalissima al Palazzo del Ghiaccio, Mina, con la stessa canzone, si classificava al secondo posto, dietro Wera Nepi. Era ormai la consacrazione ufficiale. La ragazza indiavolata dai ritmi urlati si era imposta tra i migliori della "nuova ondata", di quei giovani, cioè, antitradizionalisti, legati per lo più ai nuovi stili importati dagli Stati Uniti. Seguiva per Mina una tournée in Jugoslavia e poi, uno dietro l'altro, contratti con vari locali notturni e, ora, balneari che la impegneranno tutta l'estate.
Un fatto curioso: Mina ha "assoldato" il quartetto di giovani studenti con cui si esibiva da dilettante nei dintorni di Cremona e canta esclusivamente accompagnata da loro.
Da quanto abbiamo detto appare evidente una cosa: Mina ha avuto la fortuna di incontrare Flo e Natalino, ma anche senza di loro avrebbe fatto strada ugualmente. Lo dimostrano la rapidità con cui si è imposta, il suo temperamento deciso e personalissimo, le sue notevoli possibilità vocali. Mina è alta 1 metro e 72, mangia poco e dormirebbe molto. Sennonché le sue "serate" la costringono ad andare a letto a ore impossibili. Ama molto il nuoto e può secondare la sua passione in questo periodo che, per lavoro, è costretta a trascorrere in località balneari. Ma anche a Milano, in pieno inverno, Mina non trascura di fare qualche capatina in piscina. Il cantante che predilige è Frank Sinatra, di cui possiede decine di dischi. "Frank" dice Mina "è l'unico cantante che non passi mai di moda, perché è un artista completo, che può interpretare qualunque genere."
Di un'eleganza sobria, senza gioielli, semplicissima, Mina passa facilmente dalla malinconia all'allegria sfrenata e canta, più che per mestiere, per dar sfogo al proprio temperamento, per esprimersi. E sono già molti i giovani che si riconoscono in lei.

E.D.



15.11.1959

Ai giovani piace MINA
Anno XXXVI - no. 46 - Radiocorriere Tv -
Leggi tutto

18.10.1959

Mazzini urla ma non si spoglia
MINA RAGAZZA DI BUONA FAMIGLIA CANTA PER I JUKE-BOXES - L'Espresso -
Leggi tutto

16.10.1959

La tigre del juke-box ha paura degli elefanti
- Gente -
Leggi tutto

17.09.1959

Mina urla col permesso dei genitori
- Settimo giorno -
Leggi tutto
MINA MAZZINI © COPYRIGHT 2022